NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI / (ENG)
INFO / / TWITTER / INSTAGRAM

illustrazione nicoladagostino.net

Sony, retromarcia sui CD protetti
Varie (e controverse) le motivazioni che hanno condotto la divisione Music Entertainment del colosso giapponese a un cambio di strategia sul fronte della gestione dei diritti digitali. Fra le altre, un possibile scontro con Philips.

Pubblicato il 5/10/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , ,


Total Computer – La guerra per la musica digitale
La musica viene venduta su Internet in formati diversi, ognuno compatibile solo con alcuni sistemi operativi e lettori portatili. La lotta senza quartiere tra Apple, Microsoft, Sony e Real.

Pubblicato il 1/10/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , ,


L’Xml di OpenOffice.org diventerà standard Iso?
L’organizzazione internazionale sceglie la versione del linguaggio usata nel pacchetto alternativo a quello di Microsoft.

Pubblicato il 1/10/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , ,


Pass: i tuoi file digitali, per sempre!
Alcuni tra i maggiori produttori del settore imaging si alleano. Per garantire, attraverso un set di standard per l’archiviazione, che immagini registrate su Cd e Dvd siano visibili e utilizzabili anche in futuro.

Pubblicato il 29/09/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , ,


Fotografia, il formato standard del futuro secondo Adobe
Dng viene proposto per superare la perdita di qualità del Jpeg e le troppe versioni del Raw.

Pubblicato il 28/09/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , ,


Lindows, sfida ad iPod con Dell digital jukebox
La società coinvolta in varie controversie con casa Microsoft amplia la propria offerta nel settore della musica digitale e, dopo aver bussato invano alla porta di Apple, si accorda con il vendor 100% on line e sposa il suo lettore.

Pubblicato il 7/06/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , , ,


Dvd Jon, un inno al Fair play?
Fra scontri legali e inseguimenti fra gli host non conoscono tregua le iniziative (e le immancabili controiniziative) per eludere la protezione Drm – Digital rights management – dei file audio di Apple. Scende in campo anche Free Software Foundation.

Pubblicato il 4/06/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , , ,


Le immagini di iTunes 4.5
Ecco le immagini del rinnovato software di Apple, giunto alla versione 4.5.

Pubblicato il 13/05/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , ,


Ecco il nuovo iTunes
Il programma di Apple con negozio musicale annesso, festeggia un anno di vendite e si rinnova, con la versione 4.5, e con esso i mondi che gli ruotano attorno. C’è anche qualche brutta sorpresa, come le modifiche al sistema di digital rights management.

Pubblicato il 13/05/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , , ,


Apple e Microsoft suonano insieme?
Mentre resta alta la rivalità tra i formati audio Aac e Wma, da più parti si continua a chiedere di imboccare la strada dell’interoperabilità. Nel nome del mercato musicale.

Pubblicato il 4/02/2004 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , , ,


Se la Mela si guasta
Batterie difficilmente sostituibili, costi aggiuntivi da record, limitazioni per chi non possiede l’ultima versione del sistema operativo: ecco i prodotti Apple bersagliati dalle critiche degli utenti.

Pubblicato il 27/11/2003 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , , , , ,


Una mela superveloce
Con i PowerMac G5 inizia l’era dei 64 bit sulle macchine desktop. Riusciranno le prestazioni e le nuove strategie sui prezzi volute da Steve Jobs a rilanciare Apple nel confronto con il binomio Windows/Intel? A fine anno, intanto, arriverà Mac OS X Panther.

Pubblicato il 1/07/2003 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , , ,


Aac: musica di qualità cercasi
Dopo Wma e Ogg Vorbis sale sul ring dei formati di compressione audio un nuovo contendente al trono dell’Mp3. È figlio dell’Mpeg4 e forte dell’aiuto di Apple e del suo servizio on line iTunes Music Store.

Pubblicato il 3/06/2003 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , ,


iPod: la terza generazione è qui
La nuova versione del lettore di Mp3 targato Apple promette meraviglie: più leggero e capiente, è l’unico riproduttore digitale portatile che consente l’utilizzo del formato Mpeg4-Aac. In arrivo altre sorprese.

Pubblicato il 7/05/2003 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , ,


Svg contro lo strapotere di Flash
Dopo il via libera del W3c, il formato di grafica vettoriale per il Web ha tutte le carte in regola per imporsi. Grazie al codice aperto, un’alternativa a Macromedia.

Pubblicato il 27/01/2003 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , ,


Il futuro alle porte: Jpeg 2000
Tutto potrebbe finire in una bolla di sapone. Alla scadenza della tutela del vecchio formato nascerà il nuovo. Che assicurano: sarà aperto e gratuito.

Pubblicato il 8/01/2003 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , ,


Su Forgent pioggia di critiche
Royalty su Jpeg? Per molti sono un espediente per fare cassa. Tra i più critici L’International Standard Organization, che minaccia di cancellare il formato dalla lista degli standard.

Pubblicato il 8/01/2003 e archiviato in: articoli  
Tag: , ,


Il pasticciaccio Patent 672
Si può dubitare delle pretese di Forgent. Un documento del W3c che stila i possibili algoritmi in conflitto, infatti, non lo cita nemmeno.

Pubblicato il 8/01/2003 e archiviato in: articoli  
Tag: , , ,


L’illustre precedente: il formato Gif
La vicenda Jpeg non è nuova. Compuserve e Unisys chiesero royalty per il Graphics Interchange Format. E il boicottaggio non fu sufficiente a fermarli.
Non aprite quella immagine
La decisione di una società statunitense di chiedere il pagamento di royalty per l’utilizzo del Jpeg, accende la polemica sulla libertà dei formati grafici. Con l’Iso che minaccia la scomunica.




Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link