NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Proprio come l’iPhone

Grazie agli sforzi degli smanettoni sull’iPod touch si può aggiungere ed usare quasi tutto il software già disponibile per l’iPhone. E anche Apple sembra indicare che i due dispositivi sono davvero molto simili…

di Nicola D’Agostino

Chi all’esordio dell’iPod touch ha pensato fosse “praticamente un iPhone” sembra aver visto giusto.
Nonostante gli sforzi di Apple di dimostrare il contrario e il piccolo giallo sulla presenza o meno del Bluetooth (che è stato poi appurato non esserci) la sostanza rimane: sull’iPod touch si può aggiungere ed usare quasi tutto il software già disponibile per l’iPhone.

Stefano Stefani fa notare su Tevac che grazie agli smanettoni basta:

installare l’applicazione Jailbreak dopo di che si potrà procedere con l’installazione di: Mail (per ricevere la posta), Google Maps (per trovare le strade), Stock (per sapere le quotazioni azionarie) e Weather (per le previsioni del tempo).
A questo punto il vostro iPod Touch sarà uguale identico ad un iPhone senza però la parte per chiamare o per fare foto, ma con in più la possibilità di essere usato con un dispositivo di memorizzazione esterno (a la iPod)

Forse fin troppo uguale visto il comportamento insolito mostrato su The Unofficial Apple Weblog:

whatswrong.jpg

Sembra che Apple si sia dimenticata dei pezzi di software di iPhone nel fratello minore. Anche se non dispone di fotocamera, se si collega l’iPhone touch ad un Mac o PC può capitare che parta in automatico l’utility di l’importazione delle foto scattate…

Articolo originariamente pubblicato su Mytech.it



Pubblicato il 17/09/2007 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link