NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Mac App Store: largo alle interfacce utente fatte male?

Un blog punta il dito: il nuovo negozio online di app per Macintosh sarebbe pieno di programmi fatti nell’ignoranza più totale delle linee guida sull’usabilità.

di Nicola D’Agostino

Il Mac App Store? È pieno di app dalle interfacce utente disastrose. Lo afferma un blog ospitato su Tumblr, Read the fucking HIG, che ha già raccolto parecchi esempi negativi.

Il titolo del blog è un invito esplicito a dare un’occhiata alle “Human Interface Guidelines”, le ormai storiche guide linea di Apple in cui nel corso degli anni l’azienda ha definito come dovrebbero essere fatte le buone interfacce grafiche. Ancora più volgare il sottotitolo che illustra il contenuto del tumblelog: “Shit from the fucking Mac App Store, ‘designed’ by people who think they get interface design”. Ovvero: “pattume dal dannato Mac App Store, ‘progettate’ da persone che pensano di aver capito tutto del design delle interfacce”.

Da quanto si vede, purtroppo, si può opinare sul tono scelto ma non sulla sostanza. In poche ore dal lancio del Mac App Store, Read the fucking HIG ha già accumulato una ventina di schermate di programmi con interfacce più o meno disastrose. Si va dallo sconclusionato all’inutilizzabile passando per l’orrendo.

Viene da chiedersi come mai Apple, nota per l’estrema attenzione alla qualità e all’usabilità, abbia permesso la pubblicazione di questi software…

Nota: grazie a Emanuele Vulcano e Alex Payne per la segnalazione.

Articolo originariamente pubblicato su Mytech.it



Pubblicato il 7/01/2011 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link