NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Le migliori applicazioni per iPad: PhotoPad

Un software gratuito con cui effettuare facilmente e rapidamente piccole modifiche e equalizzazioni delle immagini presenti sull’iPad.

di Nicola D’Agostino

Schermata di avvio di PhotoPad per iPad

Schermata di avvio di PhotoPad per iPad

PhotoPad per iPad è un software che permette di fare fotoritocco e manipolazione immagini sul tablet di Apple. La sua interfaccia semplice e chiara e una buona dotazione di funzioni lo rende un pratico strumento per l’utenza non professionale che vuole intervenire rapidamente e con facilità su immagini ricevute via email, salvate dal web o prodotte con l’iPad.

Il programma è sviluppato dalla Zagg che lo offre in forma gratuita perché permette la creazione (o trasformazione) di immagini per stampare “skin” adesive personalizzate per iPad, iPhone e altri dispositivi e computer portatili, skin che l’azienda commercializza su Internet.

Come funziona

Appena l’app viene lanciata all’utente viene proposta la scelta tra l’editing di un’immagine (tra quelle già presenti sull’iPad) o la sua trasformazione in ZAGGskin.

PhotoPad serve anche alla realizzazione di pellicole adesive prodotte da ZAGG

Si può però tranquillamente ignorare questa seconda opzione, come il pulsante in alto a destra, e usare PhotoPad per caricare e elaborare le proprie immagini, salvando poi il risultato e trasferendolo sul computer o trasmettendolo via Internet.

Una volta selezionata l’immagine da modificare facendo un tap sul pulsante “tools” l’interfaccia sciorina sul lato sinistro un nutrito elenco di strumenti (“tools”) e poi di equalizzazioni (“adjustments”) a disposizione, seguiti infine da opzioni per l’invio dell’elaborato e per la richiesta di aiuto e supporto.

La lista di tools di modifica e equalizzazione di PhotoPad

La lista di tools di modifica e equalizzazione di PhotoPad

Ritaglio, rotazione, ridimensionamento, colorazione e disegno e con l’ultimo aggiornamento anche uno strumento per la rimozione degli occhi rossi: ci sono le funzioni principali per piccoli aggiustamenti e interventi su fotografie, disegni, mappe o screenshot.
A seguire ci sono gli adjustments e i filtri per modificare (o giocare) con luminosità, esposizione, colori e altri parametri.

Gli "adjustments" di PhotoPad e la history delle modifiche fatte

Gli altri pulsanti in alto servono a caricare nuove immagini (“images”), a mostrare una sequenza di miniature con le modifiche fatte all’immagine attuale (“history”) e -nel caso non si siano ancora salvati- salvare il risultato sull’iPad.

A chi serve

PhotoPad non è l’unico software di fotoritocco per iPad, anzi. L’offerta sull’App Store è discretamente ricca e soluzioni come FilterStorm, PhotoForge o Photogene sono superiori per chi deve fare analisi, modifica e equalizzazione delle immagini. Si tratta però di programmi a pagamento e spesso presentano controlli professionali complessi, simili a quelli di Photoshop quindi con curve, livelli e quant’altro.

PhotoPad rientra invece tra le app gratuite e in questo ambito brilla per un buon equilibrio tra numero, tipo e facilità d’uso delle funzioni, superando anche un concorrente blasonato come il Photoshop Express di Adobe.

In altre parole: PhotoPad è un’app efficace, semplice da usare e a costo zero che viene incontro a chi non è un esperto o grafico professionista ma ha bisogno di intervenire saltuariamente su foto o schermate, magari per ruotarle, ritagliarle e contrastarle un po’ prima di utilizzarle.

Sull’App Store

PhotoPad 1.2.2 è disponibile sull’App Store, in una versione unica solo per iPad.
Il software richiede iOS 3.2 o superiore ed è totalmente gratuito senza limiti o presenza di pubblicità.

Articolo originariamente pubblicato su Panorama.it



Pubblicato il 17/11/2010 e archiviato in: articoli  
Tag: , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link