NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

‘Le memorie di Emanon’ e la vita sulla terra

Fantascienza psicologica e romanticismo in un manga di Kajio e Tsuruta

di Serena Di Virgilio e Nicola D’Agostino

kajio-tsuruta_le-memorie-di-emanon_00

Basato su di un racconto dello scrittore Shinji Kajio, “Le memorie di Emanon” è un manga autoconclusivo splendidamente adattato e disegnato da Kenji Tsuruta. È una bella storia di fantascienza con un pizzico di erotismo portata in italia da Planet Manga – Panini Comics.

kajio-tsuruta_le-memorie-di-emanon_02

Imbarcatosi sulla nave che lo riporterà a casa, uno studente universitario incontra Emanon (“no name” all’inverso), una ragazza misteriosa con cui inizia una vivace conversazione.
A un tratto lei si fa pensierosa, per poi dirgli che la sua memoria va indietro fino all’origine della vita sulla terra, trasmettendosi di madre in figlia nel corso dell’evoluzione. Perché, si chiede Emanon, in un moto di stanchezza. Forse per conservare la memoria dell’evoluzione della vita sulla terra, azzarda lui, lettore di fantascienza incline alla speculazione.

kajio-tsuruta_le-memorie-di-emanon_01

Quando la ragazza prosegue per la sua strada, a lui restano il biglietto d’addio e un dubbio, che si trasformerà in puro ricordo quando la incontrerà di nuovo tredici anni dopo.

kajio-tsuruta_le-memorie-di-emanon_05

Magnetica ma al tempo stesso distante, Emanon è un sogno che sfiora il protagonista e il lettore, giocando sullo scambio di ricordi. La sua bellezza e fuggevolezza sono strumentali al suo imprimersi nelle memorie altrui.
La sua dimensione emotiva si intuisce complessa, ma antica e cosciente dei rischi che corre ad aprirsi al prossimo, la ragazza mantiene un atteggiamento cool e concede solo un momento di introspezione al lettore grazie alla fiducia che le ispira il ragazzo incontrato sulla nave.

kajio-tsuruta_le-memorie-di-emanon_03

Mentre inquadrature talvolta non centrate la pongono in ambientazioni dettagliate in cui vive immersa e sicura di sé, Emanon appare sempre giovane e affascinante.
Longilinea, lunghi capelli e grandi occhi dallo sguardo penetrante, la bellezza della protagonista viene esaltata dalla ripetuta rappresentazione, dalle pose statuarie e dai flashback che ne mostrano il corpo nudo, bianco contro sfondi ricchi di particolari, o avvolto in abiti d’altre epoche.

La tensione erotica, addolcita dalla scarsa malizia dei protagonisti ma insita nella sintonia tra i due, viene complicata dal racconto di lei sulla trasmissione dei ricordi attraverso la gravidanza, compresi quelli della relazione con ogni uomo con cui lei si riproduce.

kajio-tsuruta_le-memorie-di-emanon_04

Il volume si chiude con due brevi storie mute, una a colori che riprende il finale di quella principale e un’altra che lascia intuire la vita di vagabondaggi solitari in cui la ragazza osserva luoghi e persone, viaggiando senza indugiare troppo.
La storia di Emanon è stata ripresa da Tsuruta in altri racconti autoconclusivi sui suoi viaggi, raccolti in un altro volume di prossima pubblicazione in Italia.

kajio-tsuruta_le-memorie-di-emanon_copertina

“Le memorie di Emanon” è un volume brossurato con sovracoperta di 184 pagine in bianco e nero e a colori, con senso di lettura da destra a sinistra, alla giapponese. È pubblicato da Planet Manga – Panini Comics che lo propone a 12,90 Euro.

Una versione di questo articolo è stata pubblicata su Panorama.it





Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link