NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

La fondazione dei pirati

Non vanno “in porto” le trattative con Sealand, ma The Pirate Bay non demorde e sottolinea il successo dell’iniziativa. Anche per la nascita della FreeNation Foundation.

di Nicola D’Agostino

Si sono arenate le negoziazioni di The Pirate Bay con il “principato” di Sealand (su cui Nicola Battista ha scoperto che nel 2008 forse uscirà un film).
Sealand pare non rispondere più alle richieste (scomode?) dei “pirati” che hanno deciso perciò di optare per il “piano B”: acquisire e trasformpare nella propria sede qualche altra isoletta. Questo grazie alla notevole eco e risposta entusiasta all’iniziativa, inondata di email e messaggi, visite (il sito buysealand.com pare sia entrato più volte tra i primi 1000 della Rete) e anche soldi: le donazioni hanno infatti superato quota 20′000 dollari.

freenationfoundation.jpgAltro effetto notevole della originale rivendicazione dei pirati è la nascita di “The FreeNation Foundation”.
Si tratta di un gruppo influenzato da The Pirate Bay che ha messo online un proprio sito, e che spiega di voler divenire una “entità legale “internazionale” e di puntare ad un cambiamento della società “dall’interno” sulle questioni di cultura, libertà dell’informazione e condivisione del sapere.
Per altre informazioni rimandiamo alle FAQ, al Wiki ed all’immancabile forum.

Articolo originariamente pubblicato su Mytech.it



Pubblicato il 11/02/2007 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link