NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Jimmy Wales e le sfide di Wikipedia

Trascrizione dell’intervento del fondatore dell’enciclopedia online a Bologna nell’ottobre 2011.

IMG_3197.JPG

Nell’autunno 2011 Jimmy Wales è stato in Italia, ospite dell’edizione 2011 di CNA Next intitolata “Organismi: festival dell’intelligenza collettiva”. Ecco di seguito la traduzione in italiano dell’intervento tenuto il 14 ottobre a Bologna dal cofondatore di Wikipedia, l’enciclopedia aperta su Internet.

“Wikipedia è diventata veramente molto popolare in tutto il mondo. I numeri più recenti forniti da Comscore ci dicono che abbiamo circa 422 milioni di visitatori ogni mese. Ciò significa che Wikipedia è veramente la fonte d’informazione più importante, più diffusa, più popolare al mondo. E una delle domande che dovremmo farci è chi scrive [su] Wikipedia. Da questi numeri abbiamo visto, come anche dagli ultimi eventi in Italia, che la comunità di Wikipedia ha una grande responsabilità e un grande potere, quindi è molto interessante scoprire chi sono queste persone. Quindi: chi sono i wikipediani? Una delle ragioni per cui dovremmo interessarci a questa domanda è la seguente. Si tratta di un messaggio da Twitter in cui una signora, un’insegnante e bibliotecaria dice “ieri ho chiesto a uno dei miei studenti se sapeva cosa fosse un’enciclopedia e lui mi ha risposto «È qualcosa di simile a Wikipedia?»”. Quindi per i giovani, oggi, Wikipedia ha dieci anni, [e] per loro, per tutta la loro vita di persone che ad esempio stanno iniziando adesso [a frequentare] le scuole superiori, Wikipedia è sempre esistita ed è stata la fonte principale di informazione. Questo è il sistema in cui molte generazioni stanno crescendo. Con Wikipedia. Per questo è importante preoccuparsi della qualità [di Wikipedia] e di chi la scrive.”

IMG_3207.JPG

“Guardando i numeri ci sono alcune cose da sapere. Una è che la comunità [di Wikipedia] è per l’87% composta da uomini. Abbiamo ottento questi dati grazie a varie analisi statistiche e il numero variava ogni volta ma [gli autori di Wikipedia] sono in stragrande maggioranza maschi. L’età media è attorno ai 26 anni e il numero di persone che hanno un dottorato di ricerca è doppio rispetto al pubblico generico. Pensiamo che questa predominanza maschile sia un problema […] e riteniamo che la qualità di Wikipedia potrebbe trarre benefici maggiori da una comunità più diversificata con interessi diversi. Se si considera la base di partecipanti ci possono essere dei punti che rimangono scoperti ed è un aspetto su cui stiamo cercando di intervenire.”

IMG_3218.JPG

“Penso che una delle cose importanti per la neutralità [di Wikipedia] sia che la nostra comunità debba essere libera di fare un proprio giudizio razionale e libero. Abbiamo degli standard, delle pratiche, delle regole, delle norme molto rigide su come affrontare le obiezioni. Se qualcuno è preoccupato, se ritiene che ci sia un errore, che sia stato scritto qualcosa di sbagliato noi rispondiamo in modo molto rapido, in modo molto aggressivo (?). Non abbiamo nulla in contrario all’obiezione perché noi lavoriamo con persone che correggono Wikipedia, però la neutralità ci richiede di avere un nostro giudizio quindi non semplicemente ci sia una richiesta proveniente da un politico che ci dice [questa voce] deve essere corretta, ma magari si tratta semplicemente della sua opinione […] quindi l’indipendenza di pensiero rappresenta il cuore di tutta Wikipedia.”

IMG_3204.JPG

“Ovviamente la libertà di parola è importante per Wikipedia, ma Wikipedia non è il luogo adatto in cui esprimere delle opinioni a caso. Credo che sia importante avere delle opinioni ed esprimerle, però il posto ideale è il proprio sito web o il proprio blog, laddove su Wikipedia l’idea è quella di scrivere un’enciclopedia. Per questo credo che il segreto del successo di Wikipedia risieda anzitutto nell’idea di neutralità, perché tutti possono collaborare purché si rimanga nel rispetto […] ed è anche l’idea di avere un’enciclopedia che tutti possano comprendere […]”

Nota: le foto di Mr. Wales sono del sottoscritto e sono tratte da un set pubblicato su Flickr.



Pubblicato il 14/10/2011 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link