NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
FEED / / INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

iPad Magazine 9 – La RAI e l’iPad

È cosa nota che il canone Rai è dovuto anche per il mero possesso di un apparecchio televisivo, anche se questo non viene usato. Un’evoluzione recente ha visto l’emittente pubblica esigere il canone per tutti gli “apparecchi atti o adattabili alla ricezioni di trasmissioni radiotelevisive”, tra cui rientrerebbero computer, smartphone e tablet, come l’iPad. Le proteste, come era prevedibile, si sono fatte subito sentire.

di Nicola D’Agostino e Serena Di Virgilio

In prima battuta la Rai ha precisato che il canone richiesto era quello cosiddetto speciale, riservato alle aziende, non alle famiglie. La questione è comunque diventata di portata tale da necessitare un confronto di chiarimento tra la Rai e il Ministero dello Sviluppo Economico.

La dichiarazione conseguente (pubblicata su www.ufficiostampa.rai.it) è stata che la Rai “non ha mai richiesto il pagamento del canone per il mero possesso di un personal computer collegato alla rete, i tablet e gli smartphone”, ma solo “nel caso in cui i computer siano utilizzati come televisori (digital signage)”. È stato inoltre ribadito che “il canone ordinario deve essere pagato solo per il possesso di un televisore”.

Se da un lato queste affermazioni mettono in chiaro che le famiglie non devono pagare il canone per il possesso di un iPad, di un iPhone o di un computer, per le aziende è lecito avere ancora qualche dubbio. Utilizzare un computer come “digital signage”, infatti, è una definizione molto ampia e può voler dire anche semplicemente usarlo per mostrare una scritta, e non necessariamente per visualizzare un programma televisivo.

Speriamo che questa ambiguità non venga in futuro usata per equiparare il mostrare qualcosa, qualsiasi cosa, su uno schermo. Visto che proprio negli stessi giorni la Rai ha rilasciato un’app per guardare i suoi programmi su iPad, il dubbio c’è.

Una versione di questo articolo è stata originariamente pubblicata su iPad Magazine 9, del marzo 2012





Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2017 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link