NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Indirizzi deliziosi – Liberiamo il potenziale dei bookmark con Delicious

Largo al social bookmarking con il nuovo Delicious, che ha perso i punti nel nome e guadagnato una pletora di novità piccole e grandi, per ridare ai navigatori il controllo dei loro bookmark.

di Nicola D’Agostino

La home di Delicious

Vi siete mai connessi da un altro computer, cellulare o browser desiderando avere sottomano la vostra collezione di bookmark? E siete arrivati al punto di avere così tanti siti tra i Preferiti che ritrovare velocemente ciò che vi serve è praticamente impossibile? Bene: la soluzione a queste due esigenze (e tante altre) esiste e si chiama Delicious.

A dire il vero esiste da un bel po’, per l’esattezza da più di cinque anni: del.icio.us (come si chiamava fino a qualche mese fa) è comparso nel lontano settembre 2003 e negli ultimi anni ha aiutato migliaia di utenti di Internet ad organizzare le loro informazioni con il solo aiuto del browser. Acquisito due anni fa da Yahoo! e di recente rinnovato e potenziato, Delicious è un sito per archiviare, gestire e consultare gli indirizzi web in uno spazio online invece che salvarli dentro un browser.

I vantaggi

Ci sono svariati vantaggi nel “liberare” i bookmark dagli angusti confini del browser e portarli su Delicious. Il principale è l’accesso totale da qualsiasi browser o postazione, che ci si trovi a casa, al lavoro, da amici, in viaggio o su un nuovo computer o qualsiasi dispositivo connesso al world wide web. Il secondo vantaggio è che ogni bookmark si può arricchire con descrizioni e citazioni per renderlo più chiaro e etichettare con tag, parole chiave per semplificare e velocizzare enormemente le ricerche. Su Delicious possiamo scartabellare tra tutti i nostri bookmark o solo tra quelli che riportano il tag “recensioni” o “viaggi” o ancora “cucina” facendoci largo, filtrando, nascondendo e riorganizzando con pochi clic anche migliaia di indirizzi archiviati. E online non vuol dire assenza di privacy: i bookmark si possono rendere “privati” cosicché saranno visibili e consultabili solo dal legittimo proprietario dopo il login.

I tag su Delicious

Per noi e per gli altri

Altro vantaggio di Delicious è che è una fonte inesauribile per scoprire nuovi indirizzi utili o interessanti: sulla homepage campeggia, aggiornata in tempo reale, la lista dei link più popolari e sempre grazie ai tag si possono approfondire tematiche particolari, esplorando le liste degli altri.
Ma Delicious si può usare anche più concretamente per condivisioni mirate e personali, come la segnalazione di indirizzi ad amici o colleghi: basta comunicargli un url o persino un feed, che conterrà i nostri ultimi preferiti sotto il tag “software”, “politica” o “divertente”.

Delicious è uno strumento potente, efficiente e versatile, e soprattutto facile da usare. Ci vogliono pochi minuti per registrarsi e imparare ad usarlo: lo si può usare per fini “sociali” o per fini puramente personali, in primis l’enorme piacere di inserire quanti indirizzi si desidera e, quando serve, tirarli fuori e trovarli ordinati e pronti all’uso.

Ecco l’interfaccia del servizio illustrata negli elementi e nelle funzioni principali:

Interfaccia di Delicious

Le informazioni [I]
Titolo e descrizione: due campi fondamentali per dei bookmark chiari e leggibili. Il titolo nasconde il link che porta alla pagina annotata (ma volendo si può visualizzare l’indirizzo a parte) e la descrizione, chiamata Notes, dopo il redesign può accogliere fino a 1000 caratteri di testo.

Dimmi quando [D]
I bookmark sono presentati in ordine cronologico e quando possibile, Delicious accorpa quelli salvati nella stessa giornata apponendo la data sulla sinistra (indicando saggiamente il mese a parole per evitare confusioni).

Ci vuole ordine [O]
I preferiti archiviati sono normalmente mostrati nella forma titolo-descrizione-tag ed elencati in base alla data. L’ordinamento alfabetico è però disponibile dal menù a discesa in alto (dove è conteggiato anche il numero globale dei bookmark) mentre all’estrema sinistra, sotto il nome utente abbiamo tre icone che comprendono una forma ancora più espansa che indica anche l’url e una iperstringata, con il solo titolo.

Modifica [M]
In qualsiasi momento si può intervenire su tutti gli elementi di un bookmark su delicious: con il pulsante DELETE possiamo rimuoverlo dal nostro archivio mentre con EDIT si possono correggere o precisare indirizzo, titolo, descrizione, tag e anche il livello di privacy.

Tag, tag ovunque [T]
Delicious è stato uno dei primi siti a spingere l’uso delle folksonomie e del tagging (ispirandone l’adozione su Flickr, tanto per dirne una) e non c’è da stupirsi che l’interfaccia e tutta la gestione sia imperniata sulle parole chiave. Sono sciorinate (in forma parziale e integrale) nella colonna di sinistra, dopo ogni voce dei Preferiti e sono accessibili anche nella navigazione in alto, che conduce ad una tag cloud, un elenco di tag che mostra anche la frequenza d’uso.

La ricerca [R]
Tra le novità “sotto il cofano” del nuovo Delicious c’è un motore di ricerca estremamente più potente e capace, che può cercare con quattro livelli di profondità: i bookmark visualizzati al momento, tutti quelli dell’utente, quelli del Network di utenti amici o gli indirizzi archiviati da tutti gli utenti del sito.

Interrogare l’indirizzo [U]
Su Delicious gli url sono informazioni spesso condivise: oltre a poter fare ricerche in base agli indirizzi, all’estrema destra di ogni preferito c’è un indicatore sulla sua presenza nei bookmark di altri utenti. Tutto questo non serve solo a fini statistici ma ad incoraggiare l’esplorazione di quanto annotato dagli altri utenti.

Il potere del network [N/S]
Delicious non è solo un efficace strumento di gestione personale delle informazioni ma è anche un network sociale basato sui contenuti, e un sistema per attingere informazioni già filtrate e selezionate da altri che possono anche venire recapitate in una “inbox” in maniera mirata e discreta grazie ad un tag speciale.

Feed [F]
Tutte le informazioni dei bookmark su Delicious sono da sempre disponibili sotto forma di feed con una versatilità sorprendente: c’è un feed per tutti i bookmark, per ogni tag e combinazione di tag e persino per i bookmark degli utenti nel network. Non resta che sfruttarli per ricevere aggiornamenti tempestivi ed automatici oppure per condividere e ripubblicare informazioni e segnalazioni.

Tutti su delicious: la guida

Usare il più noto dei servizi di social bookmarking è facile e permette di domare una volta per tutte i preferiti trasformandoli in informazioni accessibili, ricercabili e riorganizzabili a piacimento.
Ecco dodici punti che spiegano come registrarsi a Delicious, aggiungere, consultare e modificare nostri bookmark, approfittando del network di utenti del sito.

1) Registrazione
Per ottenere un proprio spazio gratuito su delicious bisogna puntare il browser all’indirizzo https://secure.delicious.com/register e compilare tutti i campi: nome, cognome, e-mail (per le emergenze) nome utente e la password. Dopo aver ricopiato l’antispam e accettato le condizioni d’uso spuntando la casella in fondo fare clic sulla scritta verde “Register”.

Creazione di un account su Delicious

2) Gli strumenti giusti
Ora è il momento di dotarsi di strumenti che rendano l’aggiunta dei nuovi preferiti il più rapida e semplice possibile. Se si usa Firefox delicious propone un’estensione ufficiale ma lo strumento ideale sono però gli “Alternative buttons” e cioè bookmarklet compatibili con tutti i maggiori browser (Explorer, Safari, Opera, ecc.). Prima però potrebbe essere il caso di recuperare i vecchi bookmark: in caso contrario saltare al punto 4.

I pulsanti per il browser

3) Importiamo?
Il terzo passaggio è pensato per chi vuole aggiungere in una sola mossa su delicious i bookmark presenti nel proprio browser. La procedura (descritta in tutti i particolari sulla pagina) consta nel salvarli in un file e poi caricarli su delicious premendo il pulsante verde “Import now”, magari aggiungendo dei tag o non rendendoli pubblici.

Importazione di bookmark dentro Delicious

4) I bookmarklet
Aggiungere i bookmarklet trascinandoli nella barra. I link sono due: uno per salvare un sito e l’altro andare alla propria home (opzionale).

I bookmarklet di Delicious

5) Aggiungere un indirizzo
Quando ci troviamo su una pagina o sito che vogliamo aggiungere ai bookmark basta fare clic sul bookmarklet (in Firefox si chiama “Bookmark on Delicious”) e comparirà una finestra pop-up già parzialmente compilata con titolo e indirizzo: non resta che aggiungere una descrizione e soprattutto i tag, per organizzare e richiamare tematicamente questo ed altri bookmark. Se si mette la spunta alla casella “Do Not Share” il bookmark sarà privato e visibile solo dopo il login. Non resta che premere “Save” in fondo a destra.

Salvataggio con finestra popup

6) I nostri bookmark
Se si usa il pulsante “My delicious” (o semplicemente si va all’indirizzo http://delicious.com/nomeutente) si accede agli ultimi bookmark aggiunti, organizzati cronologicamente e con i tag in evidenza sia dopo ogni indirizzo che sulla colonna di destra.

7) Usiamo i tag
I tag sono la chiave di volta e la marcia in più di delicious rispetto ai preferiti e favoriti nei browser. Basta fare clic su un tag, o aggiungerne il nome dopo quello dell’utente, ovvero http://delicious.com/nomeutente/tag

La lista di bookmark salvati con un tag specifico

8) Ricerche per tag
I tag si possono vedere e consultare anche tutti insieme, senza i bookmark, in quella che è detta la “tag cloud”, una lista in cui maggiore è l’uso di una determinata parola chiave e più grande è la sua dimensione.

La nuvola dei nostri tag di Delicious

9) Modifica
Sotto ogni bookmark (che siano tutti o solo alcuni via tag) sono presenti oltre ai tag due link, “EDIT” e “DELETE”. Con il secondo si può rimuovere (dopo conferma) l’indirizzo dalla nostra collezione di Preferiti. Il primo fa comparire una finestra di modifica simile a quella dell’aggiunta di bookmark con cui eventualmente espandere o e modificare tutte i vari campi.

10) Cosa dicono gli altri
Se un bookmark è stato annotato anche da altri utenti di delicious si vedrà comparire in alto a destra un numero in una casellina blu. Passandoci sopra apparirà la scritta “PEOPLE” e facendoci clic si arriverà a una lista di tutti gli utenti, delle loro descrizioni e dei tag per lo stesso bookmark: è un sistema utile sia per classificare meglio i propri url e andare a caccia di bookmark interessanti.

La cronologia dei salvataggi di un bookmark su Delicious

11) Salvare un bookmark
I bookmark degli altri utenti di delicious hanno un pulsante in più alla destra del titolo: “SAVE” In questo modo è possibile approfittare del lavoro degli altri e fare nostro un indirizzo interessante: basta fare clic e si aprirà una finestra simile alla modifica da cui si possono modificare o aggiungere i campi. Premendo il pulsante verde “Save” si conferma l’aggiunta ai nostri Preferiti.

Fare proprio il bookmark di un altro utente

12) Aggiunta al network
Se un utente di delicious è un amico, collaboratore o qualcuno a cui suggerire o farsi suggerire nuove letture e risorse si può aggiungerlo al proprio Network. In alto a destra nel riquadro blu fare clic sulla voce “Add to my network” e poi confermare al centro con “OK”. D’ora in poi l’utente apparirà in http://delicious.com/network/nomeutente

Aggiunta di un utente al proprio network

Ancora più Delicious

È stata un’estate calda per del.icio.us. Dopo vari rimandi, indecisioni e persino l’abbandono del fondatore Joshua Schachter, Yahoo! ha finalmente fatto esordire una nuova versione del sito di riferimento per il bookmarking sociale. E nonostante gli auspici non favorevoli il team ha fatto centro con un rinnovamento che tocca l’estetica, le funzionalità e anche il backend.
Il nuovo Delicious (subito etichettato 2.0) dispone anzitutto di un motore per il database più poderoso e capace che offre ricerche finalmente rapidissime e complete (uno dei punti deboli del passato) e tanta tranquillità per il futuro a chi ha accumulato centinaia o migliaia di bookmark e tag. I dati si possono ora organizzare e visualizzare meglio e in più modi anche grazie ad un design rinnovato, che rappresenta la chiave di volta dell’intento di Yahoo! Grazie ad un aspetto più amichevole e meno da smanettoni (incluso un dominio più standard, delicious.com) l’enorme potenziale del servizio è finalmente pronto a conquistare un pubblico più ampio ed aiutarlo a mettere ordine tra i preferiti, per trovare sempre tutto quello che serve al momento giusto.

Delicious: le novità

Un sistema già buono migliorato ulteriormente: dopo anni Delicious ha fatto un balzo in avanti e per l’occasione ha ripensato l’interfaccia, aggiungendo qui e lì diverse novità utili ai nuovi utenti e richieste a gran voce dai fedelissimi.
Eccone alcune in dettaglio.

1) Solo lo stretto necessario
Ogni lista di bookmark si può ora vedere in tre modalità di cui estremamente comoda è quella compatta chiamata “Title View”: mostra solo i titoli dei preferiti archiviati e si ottiene con un clic sull’icona in cima a sinistra con una riga sola.

2) Dalla A alla Z
I bookmark si possono riordinare anche alfabeticamente oltre che cronologicamente e si può invertire il tutto a piacimento: un’opzione utilissima che in passato era ottenibili solo con utility esterne un po’ complesse da usare (e quindi per pochi).

3) Interroghiamo gli url
È stata potenziata la scheda informativa su un indirizzo specifico (a cui si accede tramite il contatore alla sa destra) che ora mostra tutti gli utenti nei cui bookmark è presente (History), le loro descrizioni (Notes), e se tra di loro c’è qualcuno che appartiene ai nostri contatti (Network). In fondo c’è l’url per il feed, ottimo per “tenere d’occhio” la popolarità dell’indirizzo.

4) Network sotto controllo
Nel nuovo Delicious il “Network” è bene in evidenza e riserva diverse sorprese. Una è un avviso di nuove segnalazioni da parte dei nostri contatti nella “inbox” in alto, sulla falsariga dei messaggi di YouTube e Flickr. Altra novità è la possibilità di mettere soprannomi o di nascondere al pubblico la i nominativi del proprio Network.

5) Tanto spazio in più
Da 255 a 1000 caratteri: è questa la nuova dimensione massima del campo Notes, quello per descrizioni ed annotazioni che non devono essere più stringate al massimo e possono accogliere citazioni anche corpose dalla pagina che stiamo aggiungendo ai bookmark su Delicious.

6) Largo alle tag
Sono sempre state l’arma vincente di Delicious ma ora sono ovunque: troviamo le tag nella navigazione, ricerca, colonna destra (con in cima le parole più usate e a seguire lista integrale), sotto ogni bookmark come al solito e ancora nelle opzioni che permettono di riordinarle e persino descriverle.

Feed

Il simbolo è un po’ defilato, a fondo pagina, o segnalato discretamente nella barra degli indirizzi ma i feed RSS sono onnipresenti in Delicious in quanto servizio “Web 2.0”. Tutto ciò che si può ottenere con i bookmark, che siano liste integrali o parziali, ricerche su indirizzi o tag, elenchi delle aggiunte di altri utenti: tutto o quasi si può consultare anche sotto forma di feed. Questo vuol dire ricevere avvisi o newsletter per posta elettronica, esporre i bookmark sul proprio sito web e addirittura usarli per creare nuovi siti web (http://tinyurl.com/69vbcs): è lo spirito collaborativo e di condivisione delle informazioni in Rete, a cui Delicious si rifà pienamente, offrendo uno strumento utile ed utilizzabile a più livelli.

Una versione di questo articolo è stata pubblicata su “Total Computer” nel 2008



Pubblicato il 1/10/2008 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link