NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

iPhone Magazine 22 – Speciale “I fumetti nell’iPhone”

Supereroi, strip comiche, fumetti indipendenti e serie popolari da edicola: tuffiamoci nell’App Store a caccia delle tante offerte per acquistare e leggere fumetti sul cellulare di Apple.

di Nicola D’Agostino e Serena Di Virgilio

Comixology, Comics+, Disney, Graphic.ly

Paperino, Topolino, le Sturmtruppen e John Doe in tasca, da tirar fuori e leggere nei momenti di pausa, sull’autobus, mentre si fa la fila: non parliamo di albi e volumi, magari poco pratici da portarci dietro, ma delle edizioni digitali disponibili per iPhone.
La visualizzazione su schermi da tre pollici e mezzo dell’iPhone e dell’iPod touch impone però un ripensamento dell’impaginazione e del modo di leggere. Per questo motivo nelle app sono state implementate soluzioni più o meno avanzate, incentrate principalmente sul mostrare vignette o parti di vignette in sequenza. Questo metodo, anche a seconda del tipo di fumetto, può rivelarsi buono o appena sufficiente. A beneficiare di questo formato sono soprattutto le strisce, ma anche i fumetti costruiti su tavole dalle gabbie non complesse risultano godibili con l’app giusta.

I maggiori editori di fumetti americani sono presenti sull’App Store in maniera piuttosto aggressiva, con pubblicazioni digitali al passo con le cartacee e cataloghi ampi. Troviamo la maggior parte della produzione supereroistica mainstream, da Batman e Superman agli X-men, gli editori minori e anche qualcosa del panorama del fumetto indipendente. La scelta, insomma, non manca. Il lettore di fumetti in lingua italiana però avrà da ridire: sull’App Store non si trovano molti editori italiani minori e d’autore, ma soprattutto manca il grosso della produzione da edicola. Non ci sono gli albi della Bonelli, Disney offre ancora poco e in generale latitano tutte le edizioni tradotte di manga, comics e fumetti stranieri.

L’esigenza di avere edizioni digitali, acquistabili online e consultabili su smartphone e tablet però esiste, anche in Italia, come è testimoniato dall’ampio circuito del filesharing illegale, in cui troviamo anche fumetti tradotti dagli appassionati. Esistono anche app che pescano in queste risorse, ma in queste pagine abbiamo preferito dare risalto invece alle case editrici e agli autori che si sono messi in gioco e hanno adottato la piattaforma di Apple portando la narrativa a fumetti sugli schermi multitouch dell’iPhone e dell’iPod touch.

Comics

Sviluppatore: comiXology
Prezzo: Gratis

Pubblicata nel luglio 2009, l’app Comics di comiXology offre l’acquisto e la fruizione di fumetti in lingua inglese di numerosi editori nordamericani tra cui Marvel e DC. Il servizio permette di leggere i fumetti comprati su diverse piattaforme utilizzando le applicazioni disponibili per iOS e Android o una webapp in Flash accessibile dal browser, semplicemente facendo login e ritrovando tutte le proprie letture.
Comics di ComixologyUn’altra caratteristica molto importante è la vastità del catalogo. Questo è principalmente dedicato ai supereroi USA ma è modulato dalla presenza di alcune case editrici “alternative” quali la ONI e la Top Shelf, che includono però una selezione piuttosto limitata della loro offerta. Le proposte Marvel e DC sono invece nutrite e presentano sia serie tuttora in via di pubblicazione che opere complete del passato. I nuovi albi sono solitamente pubblicati contemporaneamente alla versione cartacea e allo stesso prezzo. Se seguiamo una serie è possibile essere avvertiti dall’app dell’uscita di un nuovo numero tramite notifiche push.

Appena avviata, l’app ci propone fumetti “featured” (in evidenza), “just added” (appena usciti) e il catalogo della DC Comics. Nel tab “popular” troviamo le classifiche delle opere più scaricate divise per albo e serie, più una a parte per le anteprime gratuite. Nel tab “browse” possiamo consultare l’intero catalogo, sia partendo da una ricerca libera che scorrendo liste di serie, autori o per genere. Nel tab “purchases” troviamo lo storico dei nostri acquisti.
In alto a destra è sempre presente il pulsante “my comics” che ci porta alla libreria dei fumetti acquistati e presenti sull’iPhone, raggruppati per serie o arco narrativo. Se abbiamo comprato qualcosa su di un altro dispositivo potremo rintracciarlo nel tab “purchases” e scaricarlo per poterlo leggere.

La lettura del fumetto avviene tramite “Guided View™ Technology”, un sistema il cui scopo è facilitare la fruizione sul piccolo schermo. L’implementazione consiste nel mostrare una vignetta o anche solo parte di essa per volta, secondo la sequenza pensata dall’autore e secondo l’ipotetico percorso dell’occhio sulla tavola. È possibile fare doppio tap in un punto o allargare o stringere le dita per ingrandire o rimpicciolire l’immagine. Facendo tap sul lato destro dello schermo si procede in avanti, a sinistra si torna indietro e al centro si fanno comparire le barre delle funzioni. Qui troviamo anche un tasto per accedere alle miniature di tutte le pagine e saltare dove vogliamo nell’albo. Dal momento che la maggior parte dei fumetti viene ancora prodotta con in mente la tavola stampata, questo vuol dire che la lettura su iPhone è necessariamente un adattamento, più o meno soddisfacente anche a seconda dello stile narrativo della singola opera. La visualizzazione della pagina intera, prima e/o dopo quella delle singole vignette, deve essere attivata nelle preferenze ma non è possibile disabilitare la lettura guidata.

Comics +

Sviluppatore: iVerse Media
Prezzo: Gratis

Un altro negozio e lettore di fumetti, ancora una volta incentrato sulla produzione statunitense. Meno ricca di quella di comiXology e fornita da case editrici meno mainstream, l’offerta di Comics + si caratterizza per i prezzi concorrenziali, che sono in genere inferiori a quelli del corrispettivo cartaceo. Alcuni editori sono presenti in entrambi i negozi, anche se magari non con lo stesso catalogo, e ci sono alcune sovrapposizioni che rendono le differenze di prezzo evidenti.
Dopo l’acquisto i fumetti sono disponibili nella nostra libreria interna all’app. In orientamento ritratto viene mostrata la pagina intera, su cui fare zoom con un doppio tap o allargando le dita. Nell’orientamento panorama possiamo scegliere se vedere la tavola “originale” semplicemente ingrandita a riempire la larghezza dello schermo, oppure “adattata”, ovvero mostrando una vignetta per volta in maniera analoga a quanto fa l’app di comiXology. A differenza di quest’ultimo Comics + risolve alcuni problemi di impaginazione in maniera più spicciola, ad esempio tagliando parti di vignette verticali e spostando i balloon.

Comics +

Graphic.ly

Sviluppatore: Graphic.ly
Prezzo: Gratis

Anche Graphicly è un negozio e lettore multipiattaforma di fumetti digitali di produzione nordamericana. Il progetto comprende app per iOS, Android, Nook e un’applicazione per computer basata su Adobe Air. Il catalogo presenta albi di diverse case editrici, tra cui spicca la Marvel, a prezzi generalmente uguali a quelli dell’edizione cartacea. L’app per iPhone si apre con una pagina che indica le attività degli ultimi utenti che hanno utilizzato il servizio. Il negozio (store) ha un’interfaccia un po’ macchinosa che spesso fa fatica a caricare le pagine più corpose del catalogo e talvolta anche gli albi acquistati. La visualizzazione del fumetto è solo in orientamento paesaggio e mostra due pagine per volta, da ingrandire con un doppio tap o allargando le dita sullo schermo. Tenendo un dito premuto al centro, compare una barra per mettere un segnalibro e chiudere l’albo ma non c’è modo di accedere velocemente ad una pagina distante. Oltre a non essere molto comodo, il lettore di Graphicly è afflitto da un bug fastidioso: il tap sul lato destro dell’immagine ci porta alla fine dell’albo invece che alla pagina successiva come dovrebbe.

App dedicate

Oltre ad essere presenti nel negozio principale, alcune case editrici hanno anche i loro programmi dedicati basati sempre su comiXology. Ci sono quindi le app di DC, Marvel, Image, BOOM! e Dynamite, limitate al catalogo del singolo editore. Esistono anche quelle di singole serie come The Walking Dead, Bone, Scott Pilgrim, The Smurfs, o ancora app con un solo albo come con il prequel del film tratto da RED.
La Dark Horse ha sviluppato invece la sua piattaforma, creando sia il suo negozio/lettore che app specifiche dedicate ad una singola pubblicazione, da Hellboy a Terminator passando per i fumetti di Joss Whedon (creatore di Buffy). La visualizzazione adottata nel negozio universale è simile a quella di comiXology, mentre nelle app singole è quella vignetta per vignetta.

IDW su iBooks

Laddove tanti editori di fumetti americani hanno scelto comiXology e piattaforme analoghe per le loro pubblicazioni su iOS, IDW opta invece nel settembre di quest’anno per la distribuzione tramite iBooks Store, grazie alla possibilità tecnica di pubblicare un fumetto in ePub in base alla specifica del nuovo formato a layout fisso. Niente effetti speciali né suoni quindi, la visualizzazione è di pagine intere, statiche, da ingrandire ed esplorare a mano. La mossa è giustificata dalla speranza di raggiungere un pubblico diverso, che solitamente legge libri ma non fumetti. A far da traino dovrebbero essere nomi noti in ambiti diversi come le serie True Blood e Star Trek, e autori quali Orson Scott Card e James Patterson. I fumetti pubblicati, per ora solo nello Store statunitense, sono graphic novel e raccolte a prezzi inferiori della versione cartacea.

Un fumetto di IDW in iBooks

Disney

Sviluppatore: Disney Publishing Worldwide Applications
Prezzo: Gratis

App di Disney su iPhoneAnche la Disney ha una sua applicazione per iPhone (e iPad) che fa da negozio e lettore di fumetti. L’app offre storie di produzione nostrana del mondo dei paperi e di quello dei topi, in lingua italiana oppure tradotte in inglese, e fumetti di produzione statunitense in lingua inglese (selezionando la voce opportuna nelle impostazioni).
I fumetti, tutti offerti come acquisti in-app, sono singole storie o raccolte più o meno corpose, che vanno dai classici degli anni Cinquanta e Sessanta a pubblicazioni più recenti. I prezzi vanno da 0,79 € a un massimo di 2,39 € e dopo l’acquisto sul “DigiStore” i fumetti vengono scaricati e conservati nella sezione “My Comics” dell’app.
La modalità di visualizzazione delle store cambia se si è in modalità ritratto o panorama. Con l’iPhone in verticale si può visualizzare solo una pagina alla volta, che volendo si può ingrandire ed esplorare a a piacimento con le dita. Con l’iPhone in orizzontale, invece, viene mostrata la doppia pagina e, con un doppio tap, la visione guidata vignetta per vignetta con tanto di effetti sonori. In entrambi i casi possiamo vedere il tutto come slideshow usando i comandi presenti nella barra inferiore.

I Grandi Fumetti Aurea

Sviluppatore: Editoriale Aurea SRL
Prezzo: Gratis

Edicola Aurea su iPhoneLa casa editrice italiana Aurea (ex Eura) è presente sull’App Store con un’app che fa da “edicola” in cui sono disponibili pubblicazioni digitali come acquisti in-app. Sono presenti le collane “John Doe” (attualmente con i primi 45 numeri della serie omonima), “I tutto colore” (vari albi a colori tra cui Uomini e topi) e “Alice Dark”, quest’ultima in uscita con il primo numero a fine ottobre.
I prezzi dei fumetti Aurea in digitale sono inferiori a quelli della versione cartacea corrispondente. Il catalogo è consultabile anche in base ai singoli autori e disegnatori, opzione apprezzabile, ma purtroppo l’interfaccia è un po’ macchinosa e il caricamento è lento.
I fumetti sono visualizzati una pagina per volta, che dovremo ingrandire allargando le dita e poi spostandoci con un dito per vederla tutta. Per cambiare pagina dobbiamo fare tap sul bordo, con tanto di animazione del foglio che si volta. L’indice per spostarsi nell’albo è attivabile facendo tap in basso, incluso nella barra funzionale.

Enhanced Press

La Enhanced Press di Alessandro Risuleo è una realtà tutta italiana, tra i primi sviluppatori a portare il fumetto sul piccolo schermo dell’iPhone. La filosofia, racchiusa già nel nome, è di dare “qualcosa in più” alle pubblicazioni, ovvero multimedialità con animazioni, suoni e musiche di sottofondo. Il primo prodotto, comparso sull’App Store nel 2009, è stato A separate world, ora disponibile gratuitamente. L’avventura non è un adattamento, ma è realizzata proprio per l’iPhone. Niente pagine da zoomare e vignette da voltare, quindi, ma un’immagine che riempie sempre lo schermo, effetti sonori audio e balloon sovraimpressi uno alla volta. Le scene importanti sono realizzate come semplici animazioni. È possibile lasciare un segnalibro in qualsiasi punto per riprendere la lettura in un altro momento.

iSturm

Arrivano poi, in seguito ad un accordo con la Chiaroscuro e gli eredi di Franco Bonvicini, in arte Bonvi, le app iSturm (0,79 €) con le strisce dello storico fumetto Sturmtruppen, una satira antibellica tanto divertente quanto pungente. L’opera originale è in strisce, che qui vengono chiamati episodi e mostrati una vignetta alla volta. Gli effetti sonori vanno dalla sirena dell’ambulanza a esplosioni e rombi di motore.
Ogni app contiene trenta strisce e lo scorso luglio si è arrivati alla pubblicazione dell’ottava “puntata”. Dal numero 5 iSturm adotta la nuova versione del motore sviluppato dalla Enhanced Press, con un miglioramento dell’interfaccia che dai pulsanti per andare avanti e indietro passa allo scorrimento con il dito, e una striscia di anteprime per spostarsi facilmente nel punto che vogliamo. Sempre questo numero è incorso nella censura Apple e alcune vignette presentano una pecetta nera “censuren” a coprire le pudenda del Doktoren ignudo.
La produzione fumettistica per iOS della Enhanced Press, però, non si esaurisce con le Sturmtruppen. Per iPhone sono disponibili RX, MoStrip e addirittura dei fotoromanzi Lancio. Gentes (0,79 €), del fumettista Gud, è invece stato prodotto in collaborazione con la casa editrice Tunué ed è stato seguito da un’altra opera, Heidi Mon Amour (solo per iPad). Il motore di Gentes è quello di primo tipo ma la lettura è piacevole e i suoni e rumori di sottofondo accompagnano bene una serie di strip in bianco, nero che riflettono sulla vita contemporanea con un umorismo infuso di amarezza o di ironia.

Il Canemucco

Sviluppatore: Officine Canemucco
Prezzo: Gratis

Il Canemucco su iPhoneCanemucco è una rivista ideata e realizzata in gran parte dal fumettista italiano Marco “Makkox“ Dambrosio. Interrotta con il numero 4 dall’editore Coniglio, quest’app ne è la versione digitale. Nelle sue storie Makkox sperimenta con temi decisamente adulti nonché vignette di dimensioni e sviluppo insoliti. Nell’app la navigazione di queste ultime è risolta bene: lo stesso gesto porta comunque avanti a prescindere dalla direzione in cui si estende la tavola, che sia verticale o orizzontale. Un’altra particolarità dell’app è la condivisione contestualizzata di dettagli della rivista su social network e email: è infatti possibile ritagliare il pezzo della pagina che ci ha colpito e inviarlo o trasformarlo in un post.

DigiDuck

Beppe Beppetti su iPhoneNegli ultimi mesi la DigiDuck di Paolo di Tonno sta contribuendo a portare il fumetto italiano sull’App Store, nello specifico la strisce umoristiche indipendenti. Al suo attivo al momento ci sono già Palmiro (il papero innamorato), Inkspinster (la “zitellina d’inchiostro”) e BB (non Brigitte Bardot, come ci tiene a precisare, ma Beppe Beppetti) mentre sono in arrivo le serie Nirvana e Vincenzina. I fumetti scelti sono accomunati da un umorismo tagliente incentrato su ironiche riflessioni sulle relazioni interpersonali, che siano sentimentali, di lavoro o di amicizia.
Il motore delle app presenta le strisce una vignetta alla volta, da scorrere con il dito. Facendo tap al centro dello schermo appaiono le barre funzionali, tra cui l’indice delle strisce. Una simpatica particolarità è che ogni app contiene anche degli extra: Palmiro presenta un episodio animato, mentre in BB abbiamo una storia interattiva in cui dovremo prendere le decisioni giuste per aiutare il disegnatore a non lisciare una scadenza importante.

MeLeto

I Teknosauri su iPhoneUn editore digitale italiano che si occupa di fumetto è Meleto di Andrea Leto. Le prime app per iPhone furono pubblicate all’inizio del 2010, dopo un anno il catalogo è stato rinnovato sulla base del motore page+ sviluppato internamente. Attualmente per iPhone troviamo cinque app di strisce e vignette, tra cui Teknosauri.aC (2,39 €) di Davide “DaZa” Zamberlan. Ambientata in uno studio di comunicazione, la striscia fotografa situazioni e difficoltà della vita in ufficio, problemi di comunicazione tra colleghi, incomprensioni con i clienti, spesso peculiari del mondo della grafica. I personaggi sono dinosauri, scimmie e altri animali antropomorfizzati, che si muovono in un ambiente assolutamente contemporaneo ma rivisitato in tema alla maniera dei Flintstones. Pubblicate in un blog su web, le strisce si sono conquistate un seguito che non manca di farsi sentire dall’autore, anche condividendo racconti che vengono poi tradotti in episodi 100% TRUE – Quando la realtà supera la fantasia.
Anche qui, le vignette vengono presentate una volta ed è possibile scorrerle con il dito. È possibile saltare ad una qualsiasi delle strisce tramite il menu con le anteprime accessibile con un tap in basso. Inoltre, la 171 striscia, “Monday Funny Monday”, ci presenta ogni lunedì la novità della settimana, pubblicata sul blog.
Un’altra app MeLeto per iPhone è Piero Tonin Cartoons #1, dedicata all’illustratore e animatore. Stavolta non si tratta di strisce ma di vignette umoristiche dal disegno pulito e caricaturale, che vanno dal commento sociale all’ironia sulle persone dipendenti dai nuovi canali di comunicazione, alle classiche battute sulle dimensioni del cervello di una gallina.

E su iPad?

Molte delle app segnalate in queste pagine funzionano anche su iPad, e diverse altre ne troveremo sull’App Store dedicate esclusivamente al tablet. L’impressione è che laddove l’iPhone è ideale per leggere strisce, lo schermo più ampio dell’iPad è superiore per storie lunghe perché invita alla visione della pagina nel suo insieme.

Una versione di questo articolo è stata originariamente pubblicata su iPhone Magazine 22, del novembre 2011





Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link