NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Google Images: la nuova interfaccia

Nuovo layout, anteprima e pagina di arrivo per la ricerca iconografica di Mountain View, da poco disponibile in forma rinnovata anche agli utenti italiani. Vediamo più in dettaglio i cambiamenti.

di Nicola D’Agostino

Google Images, la ricerca per immagini di Google, si è rinnovata nell’aspetto e nelle funzioni con un’interfaccia più interattiva e un accesso più immediato ai risultati.

Annunciata alla fine di luglio, la nuova interfaccia è stata resa disponibile gradualmente nei giorni seguenti. Da poco è utilizzabile anche dagli utenti italiani, a patto di avere un browser recente e supportato da Google.

Vediamo le principali novità del nuovo Google Images, che nelle intenzioni di Mountain View dovrebbe risultare esteticamente più gradevole oltre a rendere più facile l’utilizzo.

 

Google Images - mytech.it

Il primo cambiamento che si nota è che le immagini non sono più organizzate in una griglia regolare e distanziate: il nuovo layout è molto più denso e sfrutta di più lo spazio disponibile.
Sono inoltre apparentemente sparite le informazioni testuali e i link sotto ogni immagine, che però compaiono se si sposta il cursore su una delle miniature, insieme a una versione leggermente ingrandita dell’immagine.

Google ha poi rimosso la precedente navigazione, con link in fondo. Ora risultati iconografici sono mostrati in un’unica lista, con caricamento progressivo man mano che si procede, sino a un massimo di mille elementi. La divisione formale in pagine comunque resta ed è indicata sulla sinistra tra un blocco e l’altro di risultati ed è possibile usare tasti e combinazioni di tastiera, come ad esempio i Pagina Su/Pagina Giù per saltare di pagina in pagina.

 

Google Images - mytech landing page 01

 

È cambiato anche il modo in cui viene mostrata la singola immagine e il contesto generale dopo aver fatto click su un risultato.

La divisione dello spazio da orizzontale è ora verticale l’immagine appare con un effetto “lightbox”, sovrapposta alla pagina web da cui è tratta. Sulla sinistra, sempre sovrapposta, c’è invece una colonna con tutte le informazioni del caso sull’immagine.
Con la x in alto a destra sull’immagine la si fa svanire insieme alle informazioni e si carica il sito, come si faceva in precedenza con il “Remove frame”.

Articolo originariamente pubblicato su Mytech.it



Pubblicato il 3/08/2010 e archiviato in: articoli  
Tag: , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link