NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
FEED / / INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Mytech – Google festeggia due anni di Chrome e prosegue con le novità

Un browser essenziale e sempre più stabile, sicuro e veloce. È il risultato che ha ottenuto sinora da Google, che non intende riposare sugli allori ma sta incrementando il ritmo e numero dei rilasci e introducendo nuove funzioni e servizi.

di Nicola D’Agostino

Il world wide web e i browser sono cambiati molto in questi due anni ed è anche merito di Chrome. È quanto afferma Google per il secondo anniversario del suo programma di navigazione, lanciato nel settembre 2008.

In un post sul blog ufficiale di Chrome, Google ha ricordato come nel 2008 l’elaborazione del codice JavaScript fosse molto più lenta, come l’HTML5 non venisse supportato granché dai browser e come le sandbox per compartimentare la navigazione sui  siti e garantire più stabilità e sicurezza all’utente non fossero ancora una pratica diffusa.

Sono caratteristiche che Chrome ha spinto e che sono a ragione considerate fondamentali. Gli altri browser stanno infatti implementando i meccanismi di privacy di Google e soprattutto quelli di protezione contro blocchi nonché le scelte di minimizzazione e riorganizzazione dell’interfaccia, tra cui dei tab.

Ma il browser di Mountain View continua a spingere sull’acceleratore e arricchirsi di funzioni e ha aumentato il ritmo e il numero dei rilasci.

Google Chrome and Canary BuildA luglio è stata annunciata l’intenzione di raddoppiare la frequenza delle uscite rendendo disponibile ogni sei settimane la versione stabile. Poco dopo è arrivata un quarto “canale”, una quarta versione di Chrome, per ora solo per Windows. È chiamata Canary Build e fa da cavia, anzi da “canarino da miniera” posizionandosi a metà strada tra la più conservativa versione developer e le build di Chromium, compilate e offerte senza garanzia o test alcuno.

Chrome - Plugins were blocked on this pageIn quanto alle novità già introdotte o sinora solo intraviste nella Canary Build o in Chromium si va dal “click to play”, la possibilità di gestire l’attivazione (o meno) dei plug-in sui singoli siti web ai lavori in corso sul riconoscimento vocale.
Abbiamo l’esordio ormai imminente del Chrome Web Store ma anche l’aggiunta del GPU Accelerated Compositing, ovvero un sistema di accelerazione hardware della grafica nel browser.

Da menzionare anche i Side Tabs e il Tab Overview, disponibili rispettivamente solo su Windows e solo su Macintosh. Il primo permette di avere le schede elencate in verticale, sul lato sinistro mentre il secondo serve di avere un colpo d’occhio grafico sui tab aperti, in maniera non dissimile anche se meno potente del Tab Candy/Panorama di Firefox 4.

Articolo originariamente pubblicato su Mytech.it



Pubblicato il 8/09/2010 e archiviato in: articoli  
Tag: , , ,

[1 / 1]    [1]  

Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2014 Nicola D'Agostino - ditta individuale - P.I. 01810000685