NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
FEED / / INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Google Chrome: ecco com’è la versione per iPhone e iPad

Il browser “mobile” di Google sbarca su iOS senza i suoi motori di elaborazione ma con utili funzioni di navigazione, accesso e sincronizzazione dei dati su più dispositivi.

di Nicola D’Agostino

chromeperios-splash

A distanza di sei mesi dalla versione per Android il popolare browser di Google è disponibile anche in un adattamento per cellulari e tablet con la mela morsicata. Presentato durante la manifestazione Google I/O, Google Chrome per iPhone e iPad è comparso ieri sera sull’App Store. Si rivolge in particolare a chi è già utente del browser su PC (e Mac) e vuole godere di funzioni specifiche di Google, sinergie desktop-mobile e desidera un accesso rapido e facilitato ai dati di navigazione come preferiti e schede aperte su qualsiasi dispositivo.

chromeperios-schedeemenu

Come si legge dal succinto post sul blog ufficiale, Chrome per iOS è basato sul codice della release 19.0.1084.52. Le differenze con la versione desktop e anche quella mobile per Android sono numerose. Su iPhone e iPad, Google, come altri sviluppatori terzi di browser, ha dovuto adottare i motori di rendering delle pagine e del codice Javascript di Apple e non i suoi, con il risultato che velocità di navigazione, aspetto dei siti e compatibilità sono più o meno gli stessi di Safari. Tra le altre differenze c’è l’impossibilità di installare estensioni e l’aggiornamento via App Store e non automatico. Google ha attrezzato una “Chrome for iOS FAQ” (per ora solo in inglese) per fornire informazioni e spiegare limitazioni e differenze del browser.

Questo non vuol dire che Chrome per iPhone e iPad non possa risultare una interessante alternativa a Safari, anzi. Google ha implementato un suo sistema di gestione delle pagine web in schede che funziona discretamente bene sia sul tablet che sul cellulare e offre la comoda barra unificata per indirizzi e ricerche con i suggerimenti durante la digitazione.Le ricerche possono essere fatte anche tramite input vocale, anche in italiano, con un tap sull’icona a forma di microfono.

C’è ovviamente la navigazione privata, o meglio “in Incognito”, che offre una discreta anonimizzazione dei dati e un menù per accedere alle impostazioni, alla ricerca nella pagina, alla condivisione via email e anche a richiedere (quando possibile) la versione desktop del sito web e non quella “mobile”.

chromeperios-chrometomobile

Il piatto forte è però costituito dalla sincronizzazione trasparente e automatico in background con Chrome per PC e Mac ed avere sempre a disposizione preferiti, password, cronologia e anche tab aperti. Non solo è possibile continuare la navigazione di pagine aperte su altri dispositivi, ma l’estensione “Chrome to Mobile Beta” permette di “spedire” a iPad o iPhone una pagina aperta sul PC e anche di fornire una copia (in PDF) per la consultazione offline in caso in seguito manchi la connessione a Internet.

Chrome per iOS è scaricabile gratuitamente dall’App Store. L’app è universale e ottimizzata sia per iPhone e iPod touch che per iPad. È necessaria la presenza di iOS 4.3 o successivo.

Una versione di questo articolo è stata pubblicata su Panorama.it



Pubblicato il 29/06/2012 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2017 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link