NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Foto panoramiche con iPhone: come fare

Usiamo l’iPhone come laboratorio tascabile per assemblare foto panoramiche.

di Nicola D’Agostino

Nonostante le evidenti limitazioni del suo obiettivo l’iPhone ha un indubbio potenziale anche come strumento fotografico. Il merito è principalmente del crescente parco software che permette di regolare, migliorare e elaborare gli scatti.

Una interessante possibilità è quella di realizzare immagini panoramiche assemblando più scatti con la tecnica dell’image stitching. Oltre che a creare paesaggi spettacolari le foto panoramiche possono rivelarsi utili in tanti altri casi per fornire un quadro più completo ed immersivo, che si tratti di una manifestazione, una visita ad un museo o un appartamento in vendita.

Cosa serve

appstore-panolab.pngTutto ciò che serve è un iPhone (non importa se di prima o seconda generazione), mano ferma e accesso all’App Store per il download gratuito del software PanoLab.

PanoLab sfrutta il motore grafico e l’interazione touch del cellulare di Apple e consente di fondere due o più immagini sovrapponendole per creare una visione a 180°. Il risultato viene esportato nella libreria dell’iPhone: lo si potrà quindi trasferire via sincronizzazione sul PC, condividere online o inviare subito per email dall’iPhone stesso.

Caricare le foto

iphonepano01a.png

Lanciato PanoLab, il programma ci si presenta con una griglia in cui posizionare e sovrapporre in un panorama emisferico le immagini. Per aggiungere fare tap sul segno di “+”. Ripetere l’operazione per la seconda foto.

Scegliere le foto

iphone01b.png

Le immagini si possono aggiungere dalla Libreria o scattare sul momento. Si consiglia vivamente la prima opzione (per i motivi spiegati più avanti nei consigli).

Sovrapporre le foto

iphonepano02.png

Una volta aggiunte almeno due foto è possibile spostarne una con un dito e ruotare con due. Quando si è soddisfatti della sovrapposizione fare tap sul pulsante “Done” in basso a destra.

Lavorare di fino

iphonepano03.png

Attivando la funzione Zoom in alto a destra si può lavorare con maggiore precisione nel riposizionamento di uno scatto sopra l’altro.

Modificare o eliminare

iphonepano05.png

In qualsiasi momento è possibile reintervenire e riposizionare parte del panorama facendoci due tap sopra. Oppure si può eliminare tutto con l’icona del cestino in basso a destra.

Esportare l’immagine composita

iphonepano06a.png

Una volta soddisfatti del risultato si può esportare l’immagine facendo tap sull’icona in basso a sinistra e poi scegliendo “Export Image”.

Regolare l’immagine finale

iphonepano06b.png

Dopo aver scelto di esportare possiamo regolare il formato (orizzontale o verticale) e la porzione di immagine per una dimensione di 1024×768 pixel. Una volta fatto premere il pulsante “Save” in basso a sinistra: dopo pochi secondi di rendering l’immagine panoramica verrà aggiunta alla libreria di immagini dell’iPhone.

 

Consigli utili

Più simili ed omogenee come luminosità ed inquadratura sono le immagini di partenza e migliore sarà l’immagine panoramica finale. Per questo motivo si consiglia di realizzare le foto in unica soluzione scattandole in rapida sequenza e il più possibile stabili, cercando di non variare troppo l’asse (orizzontale o verticale) lungo il quale ci si sposta.
Per risoluzioni superiori in fase di esportazione esiste la versione Pro di PanoLab (costo 2.39 Euro) a che permette anche di modificare esposizione e punto di bianco delle immagini.

Per approfondire

Dedicati a PanoLab esistono sia un Tumblr che un pool su Flickr a cui aggiungere le proprie creazioni panoramiche.

Articolo originariamente pubblicato su Mytech.it



Pubblicato il 15/04/2009 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link