NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Curated.By: un nuovo strumento per aggregare e condividere link

Pensato per il salvataggio di gruppi di link attinenti, ecco un nuovo tentativo di reinventare il social bookmarking sposando l’utilità personale, con un meccanismo di scoperta di informazioni e interazione con gli altri.

di Nicola D’Agostino

Un po’ strumento per gestire i bookmark e un po’ ambiente sociale di scoperta e condivisione di quanto c’è di interessante online.
Si chiama Curated.By e dopo un periodo di prova a porte chiuse ora permette la registrazione e l’uso a chiunque.

curated.by - homepage

Il servizio era stato inizialmente pensato per annotare i migliori messaggi su Twitter ma è stato poi reso meno specializzato e più appetibile per il grande pubblico.

Secondo il fondatore Bastian Lehmann “Curated.By serve a raccogliere e condividere contenuti simili tematicamente in giro per il web, non importa se si tratta di seguire una notizia, radunare le nostre foto preferite o rapidi messaggi su quello che danno in TV il sabato sera su Twitter”.

Una volta registratisi al sito gli utenti possono creare i “bundle”, raccolte di bookmark, aggiungendo man mano indirizzi pertinenti. Questo si può fare utilizzando un bookmarklet generico che funziona in qualsiasi browser recente oppure con un’estensione specifica per Google Chrome.

A meno che non vengano contrassegnati come privati, i bundle sono resi pubblici e segnalati automaticamente agli altri utenti di Curated.By che possono seguirli e -in futuro- anche commentarli. Se questa descrizione vi ricorda il funzionamento di Facebook (o Friendfeed per dirne un altro) non avete tutti i torti.

curated.by - explore:discover

È proprio l’approccio sociale la chiave di volta che differenzia il servizio dagli altri strumenti che da tempo offrono di gestire, aggregare più indirizzi e condividerli online. 

Le funzioni di bookmarking di Curated.By non sono particolarmente potenti o versatili. Si può segnalare un bundle su Twitter o anche farne l’embed altrove ma non ci sono anteprime grafiche, sistemi di caching o annotazioni. Anzi allo stato attuale ci sono alcuni limiti alquanto frustranti su caratteristiche base: una su tutte è l’impossibilità di modificare i titoli dei preferiti.

L’attenzione del sistema pare essere tutta concentrata sull’incanalare le informazioni raccolte, o per usare la formula proposta “a cura” degli autori, e ridirigerle subito in un linkstream, un flusso di link globale a disposizione di tutti.

L’obiettivo dichiarato è quello citato da Lehmann: partecipare e far partecipare gli altri alle scoperte e aggregazioni tematiche di siti web: con la speranza che siano utili o quantomeno interessanti.



Pubblicato il 30/11/2010 e archiviato in: articoli  
Tag: , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link