NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Komikazen 2011: la mostra al museo d’Arte di Ravenna

Seth Tobocman, Amir & Khalil, Morbandiau, Pino Creanza e gli altri artisti del festival “del fumetto di realtà” in mostra nella città romagnola.

di Nicola D’Agostino

Komikazen 2011 - banner

Si intitola “La maschera del potere” la mostra principale del festival fumettistico Komikazen, giunto quest’anno alla sua settima edizione.

Le mostre, tutte a Ravenna, sono ben cinque e si sono inaugurate in novembre e in alcuni casi andranno avanti sino alla fine di gennaio ma quella al MAR, il Museo d’Arte della città di Ravenna, rappresenta il piatto forte di Komikazen. “La maschera del potere” è infatti una collettiva degli artisti provenienti da varie parti del mondo che hanno partecipato alla manifestazione dedicata al “fumetto di realtà”.

Nelle tre sale adibite c’erano infatti esposte tavole, illustrazioni e riproduzioni di Amir & Khalil (Iran), Morvandiau (Francia), Seth Tobocman (Stati Uniti), Magdy El Shafee e Ganzeer (Egitto), Pino Creanza (Italia) e Helena Klakočar (Croazia).

Komikazen 2011 - la mostra al MAR

Nonostante la provenienza molto diversa, si tratta di autori e illustratori accomunati nell’impegno “politico” (o quantomeno nell’intento) di narrare e dare voce alle persone oppresse dal potere in Occidente come in Medio Oriente.

Komikazen 2011 - Morbandiau (Luc Cotinat)

Il livello delle opere è discontinuo e si va da lavori graficamente e fumettisticamente più validi a opere decisamente acerbe, come “Metro” di Magdy El Shafee ma sono comunque materiali significativi in quanto sforzi autoctoni e “dal basso” di narrare la realtà di paesi alle prese con scontri politici e culturali.

Komikazen 2011 - Magdy El Shafee

La parte più interessante della mostra sono senz’ombra di dubbio i molti lavori dello statunitense Seth Tobocman e le sue cronache al di là e al di quà del mare Atlantico.

Komikazen 2011 - Seth Tobocman

Il tratto graffiante di Tobocman fa bella mostra di sè sulle pareti, che si tratti di tavole in bianco e nero, sequenze di immagini a colori, incisioni, manifesti o striscioni che parlano del governo Reagan, dele banche statunitensi, della Palestina e di altre drammatiche situazioni della nostra storia.

Komikazen 2011 - Seth Tobocman

http://www.komikazenfestival.org/komikazen-2011/ospiti/amir-khalil/

Personalmente ero curioso di vedere da vicino le tavole di “Zahra’s Paradise”, il volume degli iraniani Amir & Khalil ma purtroppo quelle esposte a Ravenna sono solo riproduzioni. Secondo quanto affermato da uno degli organizzatori di Komikazen si tratta di un ripiego forzoso dato che le tavole originali del fumetto, che denuncia gli abusi del governo iraniano, sono state fermate alla dogana.

Sono riproduzioni anche alcune delle tavole fumettisticamente più mature, quelle di “Cairo Blues” dell’italiano Pino Creanza.

Komikazen 2011 - Pino Creanza

In questo caso è una necessità dato che Creanza ha disegnato direttamente in digitale e non esistono “originali”, se non in forma di file sul suo computer.

Komikazen 2011 - Pino Creanza

La mostra “La maschera del potere” si tiene presso MAR Museo d’Arte della città di Ravenna, in Via di Roma n. 13 a Ravenna e resterà aperta sino al 4 dicembre.
Gli orari sono i seguenti: dal martedì al sabato la mattina 9-13.30; martedì, giovedì, venerdì e domenica anche il pomeriggio dalle 15-18 e il lunedì chiuso.
L’ingresso è gratuito, come per tutte le mostre di Komikazen 2011 a Ravenna.

Articolo originariamente pubblicato su Comicsblog.it



Pubblicato il 30/11/2011 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link