NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Apple, GarageBand 3: nato per il podcasting

Da Cupertino un programma piccolo ma ambizioso. Per trasformare il computer in una piccola radio e diffondere le produzioni in Rete. Ma non solo.

di Nicola D’Agostino

Arrivano le prime recensioni positive del programma Apple di registrazione audio incluso in iLife ‘06 e ora orientato esplicitamente alla produzione di podcast.

GarageBand, lanciato originariamente due anni fa come piccolo studio (virtuale) di registrazione, con l’edizione 3, presentata un mese fa al Macworld ha ora aggiunto numerose funzionalità per la produzione dei Podcast, le trasmissioni diffuse via Internet.

È opinione diffusa che Apple stia spingendo su questo filone anche e sopratutto per motivi squisitamente commerciali: GarageBand ed iLife ‘06 sono disponibili solo per la piattaforma Macintosh e lo strumento principe per la fruizione dei podcast (che ha loro anche dato il nome) è l’iPod, sempre prodotto dall’azienda della mela morsicata.

Ciò non toglie che GarageBand si stia dimostrando un ottimo prodotto a basso costo per la manipolazione dell’audio e che realizzare podcast è effettivamente facile come promesso da Steve Jobs, almeno a leggere le prime recensioni positive del prodotto.

Tra queste c’è quella di Benny Evangelista del San Francisco Chronicle che evidenzia la gestione della traccia voce con abbassamento automatico del resto dell’audio sul parlato o la ricca dotazione di jingles ed effetti sonori; o ancora, la facilità (basta un semplice drag n drop) con cui gli utenti possono integrare foto e filmati sincronizzabili il podcast con il sonoro e dotandolo anche di link ipertestuali.

E per chi non è interessato al mondo dei podcast? Come specifica Evangelista, GarageBand 3 è “ambidestro” e mantiene immutate le sue apprezzate caratteristiche di studio di registrazione e postproduzione audio per utenti casalinghi. Questi ultimi ad esempio possono usare il software per aggiungere colonne sonore ai filmati realizzati in proprio o a presentazioni fotografiche da mettere su Dvd.

Articolo originariamente pubblicato su Mytech.it



Pubblicato il 8/02/2006 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , , , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link