NicolaD'Agostino.net

ARTICOLI / GRAFICA & WEB / TRADUZIONI
/ INFO - ENGLISH CONTENT

illustrazione nicoladagostino.net

Apple: ecco l’iPad 2

In arrivo la seconda generazione del tablet di Apple: sarà più sottile e leggero ma anche molto più potente e dotato di due fotocamere come l’iPhone. Sarà disponibile la prossima settimane negli Stati Uniti e a fine marzo in Italia.

di Nicola D’Agostino

Apple ha presentato l’iPad 2, l’evoluzione del suo fortunatissimo tablet multitouch lanciato lo scorso anno, potenziato nell’hardware e con un design ulteriormente affinato e in due colori, nero o bianco.  

Le dimensioni sono sostanzialmente identiche e c’è lo stesso schermo LCD retroilluminato da 9,7 pollici con la stessa risoluzione di 1024×768 pixel: rispetto all’attuale iPad, l’iPad 2 ha un fondo con angoli smussati ed è decisamente più sottile del 33% e fino al 15% più leggero. Esternamente, oltre alle due colorazioni, la novità maggiore sono le due videocamere, una anteriore a risoluzione VGA, per foto e videochiamate (con Facetime) e una posteriore, per foto e riprese video HD a 720p.

L’hardware

All’interno ci sono diversi cambiamenti nell’hardware. Il primo è il processore, che dall’A4 a un core passa all’A5, una Cpu dual-core sempre basata sulla tecnologia ARM. La velocità dell’A5 è di 1 GHz ma non è per ora nota la quantità di memoria Ram ma è ragionevole presupporre che si tratta di un po’ di più dei 256 MB originari, e che l’iPad 2 ha quantomeno gli stessi 512 MB dell’iPhone 4 o 1 GB come molta della concorrenza. Se il processore dovrebbe garantire un raddoppio di performance, Apple sottolinea che il guadagno maggiore è offerto dal compartimento grafico, che registra un incremento fino a nove volte superiore al precedente ed è pronto anche per videogame particolarmente esigenti.

Altre aggiunte sono un giroscopio interno, il supporto HSUPA per velocità di upload 3G ottimizzate e la possibilità di fare video mirroring su televisori esterni con un adattatore opzionale. Rimangono invece immutati i “tagli” di capienza che sono sempre 16, 32 e 64 GB e soprattutto Apple ha conservato l’autonomia, che -almeno sulla carta- è sempre di dieci ore nonostante l’hardware decisamente più muscoloso.

Il sistema operativo

iPad 2 includerà iOS 4.3, un nuovo aggiornamento del sistema operativo mobile di Apple, che include un browser mobile Safari migliorato nell’elaborazione JavaScript, funzioni di condivisione via iTunes, potenziamenti a AirPlay e la possibilità (finalmente!) di scegliere se l’interruttore laterale per bloccare la rotazione dello schermo o attivare zittire il suono. La dotazione di software di sistema dell’iPad 2 sarà inoltre incrementata di due app che sfruttano le videocamere, un client per Facetime come sull’iPhone 4 e una versione per iPad del PhotoBooth già noto su Macintosh. Apple renderà inoltre disponibili una versione per iPad 2 di iMovie e una di Garageband.

Prezzi e disponibiltà

Negli Stati Uniti l’iPad 2 sarà disponibile a brevissimo: a partire dall’11 marzo. Il 25 marzo il tablet arriverà invece in altri venticinque stati, tra cui gran parte dell’Europa, Italia inclusa. Negli USA i prezzi rimangono invariati e partono (al netto delle imposte) da 499 dollari per il modello WiFi e da 629 dollari per quello con anche la connettività cellulare. I prezzi nel nostro paese non sono ancora noti e Apple Italia fa sapere che “maggiori informazioni sulla disponibilità e i prezzi a livello internazionale verranno comunicate prossimamente”.

Gli accessori

Contestualmente al nuovo iPad sono stati annunciati anche due accessori targati Apple.
Uno è un cavo con adattatore HDMI per inviare il segnale video dal tablet a schermi esterni televisivi. L’adattatore (che pare funzionare anche con gli altri dispositivi già in comemrcio) duplica ciò che appare sullo schermo, supporta la risoluzione 1080p, la modalità verticale e permette al contempo di alimentare l’iPad. Il prezzo negli USA è di 39 dollari imposte escluse.

Il secondo accessorio è una nuova custodia, che Apple chiama Smart Cover. A differenza di quella attuale si tratta di un prodotto più semplice ma molto più integrato con il tablet. Si tratta sostanzialmente di una protezione solo per lo schermo che si aggancia automaticamente al bordo dell’iPad grazie a dei magneti e copre lo schermo. Quando viene sollevata o richiusa sveglia o mette in sleep il tablet.

La smart cover, inoltre, può essere ripiegata per trasformarsi in una base che inclina l’iPad per scrivere o lo mantiene in posizione verticale per guardare video. La custodia è disponibile in due materiali, in poliuretano a 39 dollari o in cuoio a 69 (sempre al netto delle imposte) e in numerosi colori, tra cui il rosso (PRODUCT) RED che gira parte dei proventi alla lotta all’HIV/AIDS in Africa.

 

Nota: le immagini a corredo dell’articolo sono “courtesy of Apple”.

Articolo originariamente pubblicato su Mytech.it



Pubblicato il 3/03/2011 e archiviato in: articoli  
Tag: , , , ,


Il sito non ha carattere di periodicità e non rappresenta "prodotto editoriale". Il materiale è riprodotto a scopo puramente informativo e illustrativo e resta di proprietà dei legittimi titolari.

© 2001-2019 Nicola D'Agostino - - ditta individuale - P.I. 01810000685 ingegnere culturale disciplinato ai sensi della legge 4/2013 - Avvertenza sui link